Carta di identità

Argomenti

La C.I.E.

La Carta di Identità Elettronica (C.I.E.) è il documento di identificazione che sostituisce la carta d’identità cartacea e può essere richiesta da tutti i cittadini italiani e stranieri, minorenni e maggiorenni, purché iscritti all’A.N.P.R. (Anagrafe Nazionale Popolazione Residente).

La C.I.E. consente di accedere ai servizi on-line erogati dalle Pubbliche Amministrazioni: in fase di rilascio al cittadino viene rilasciato un modulo contenente la prima parte del PIN e del PUK mentre la seconda parte è contenuta nella lettera spedita dall’Istituto Poligrafico unitamente alla C.I.E. Maggiori dettagli sul sito del Ministero dell’Interno a questo link.

Per i cittadini italiani la carta d’identità elettronica è rilasciata valida per l’espatrio nell’area Schengen; sul sito www.viaggiaresicuri.it si trovano informazioni utili sul Paese che si intende visitare e sul titolo di viaggio necessario.

Per i cittadini stranieri, comunitari e extracomunitari, è sempre rilasciata non valida per l’espatrio.

La carta di identità è valida:

  • 3 anni per i cittadini di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i cittadini di età compresa tra i 3 e i 18 anni non compiuti;
  • 10 anni per i cittadini dai 18 anni compiuti.

Al fine di allineare il sistema CIE al regolamento UE 2019/1157 (art.4), dal 19.9.2022 l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato ha introdotto due modifiche:

  1. il periodo di validità delle CIE non deve eccedere i dieci anni per i maggiorenni.
    Pertanto la scadenza non corrisponde più alla data del compleanno successiva alla scadenza, bensì alla data del compleanno antecedente al termine dei 10 anni di validità del documento, decorrenti dalla data di emissione.
  2. in caso di impossibilità temporanea al rilascio delle impronte digitali, la CIE avrà una validità non superiore ad un anno.

Si conferma che in caso di rifiuto al rilascio delle impronte digitali, il funzionario addetto non può rilasciare la CIE.

Si rammenta che la variazione dell’indirizzo di residenza non costituisce obbligo alla sostituzione della carta d’identità. La carta di identità serve ad identificare il soggetto attraverso i dati di anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita) e la foto; i dati relativi alla residenza sono accessori pertanto eventuali cambi di residenza non incidono sulla validità del documento che resta comunque valido fino alla scadenza prevista.

Per il rilascio del documento, l’interessato deve presentarsi fisicamente in Ufficio, anche il minore di età.

La carta di identità cartacea può essere rilasciata solamente “nei casi di reale e documentata urgenza, per motivi di salute e/o viaggio e per i cittadini iscritti all’AIRE” (Circolare n. 4/2017 del Ministero dell’Interno). In tal caso, sono necessarie n. 3 foto formato tessera e il costo è di euro 5,42.

 

Modalità e tempi di rilascio

La carta di identità può essere richiesta da tutti i cittadini italiani e stranieri, minorenni e maggiorenni, residenti nel comune di Ancona e iscritti nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente o iscritti all’A.I.R.E.

Per i primi, si rilascia la carta di identità elettronica, per gli iscritti all’AIRE è possibile rilasciare solo la carta di identità cartacea.

Il rilascio di una nuova C.I.E. può essere richiesto da sei mesi prima della scadenza della carta.

La carta di identità può essere richiesta nei seguenti casi:

  • carta di identità scaduta o in procinto di scadere;
  • smarrimento o furto, previa denuncia alle competenti autorità;
  • prima emissione;
  • deterioramento.

 

Per richiedere la carta di identità occorre prendere appuntamento in una di queste due modalità:

  • telefonicamente al numero 071 – 222 2283, dal lunedì al venerdì, dalle 8.45 alle 13.30 e martedì e giovedì anche nel pomeriggio dalle 15.15 alle 17.00;
  • online cliccando questo LINK: cliccare il bottone rosso “PRENOTA ADESSO”, scegliere una delle tre opzioni “ Ufficio Carta identità“ e successivamente il giorno e l’orario.

Alla data e orario prenotato, è necessario presentarsi personalmente, anche il minore di età, all’Ufficio Carte di Identità in Via Piave n. 10.

Per le richieste relative a persone impossibilitate a presentarsi in ufficio, si prega di telefonare o mandare una mail ai riferimenti indicati in fondo alla pagina.

La carta di identità non viene emessa il giorno della richiesta bensì consegnata dalle Poste all’indirizzo di residenza entro sei giorni lavorativi.

Al termine dell’acquisizione dei dati, verrà consegnato al cittadino un modulo di riepilogo che egli dovrà firmare previa verifica dei dati riportati. Tale modulo vale come sostitutivo del documento fino alla consegna della C.I.E. (Circolare del Ministero dell’Interno n. 9/2019).

Per i cittadini maggiori di 12 anni, è prevista l’acquisizione delle impronte digitali.


C.I.E. per minori di 18 anni

I cittadini italiani minori di anni 18 devono presentarsi in ufficio accompagnati da entrambi i genitori esercenti la responsabilità genitoriale o dal tutore, muniti anch’essi di documento di riconoscimento valido.

Nel caso non sia possibile per uno dei genitori presentarsi allo sportello, egli dovrà compilare e firmare il modulo di assenso, scaricabile nella sezione “Allegati”, e allegarci fotocopia del proprio documento d’identità in corso di validità.

In caso di rifiuto all’assenso o irreperibilità di un genitore, è necessaria l’autorizzazione del Giudice Tutelare. In mancanza dell’assenso di uno dei genitori, la C.I.E. verrà rilasciata non valida per l’espatrio.

Per i minori di anni 14 è possibile riportare i nomi dei genitori sulla carta di identità. Se il nome non è riportato è necessario, per recarsi all’estero con i genitori, occorre munirsi di un certificato di nascita del minore che riporti i nomi dei genitori. Se il minore di anni 14 si reca all’estero non accompagnato da almeno un genitore o dagli esercenti la responsabilità genitoriale è necessario richiedere in Questura la dichiarazione di accompagnamento.


Documentazione per il rilascio

Per il rilascio della carta di identità sono richiesti:

  • Carta di identità scaduta o in scadenza o deteriorata. In caso di primo rilascio, un documento di riconoscimento valido (patente, passaporto …);
  • In caso di furto/smarrimento, presentare la relativa denuncia in originale rilasciata dalla competente Autorità;
  • Una fototessera recente (massimo sei mesi) cartacea o digitale su supporto USB.  Non è possibile utilizzare foto inviate via e-mail o memorizzate su telefoni / smartphone. La foto dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto, le caratteristiche sono consultabili sul sito del Ministero dell’Interno cartaidentita.interno.gov.it/ e nella sezione allegati.
  • Tessera sanitaria o codice fiscale per velocizzare le attività di registrazione;
  • 22,21 euro da corrispondere allo sportello comunale.


Rilascio per cittadini stranieri

Il cittadino comunitario:

  • A seguito di prima iscrizione in A.N.P.R. deve presentarsi allo sportello con la carta d’identità  o il passaporto in corso di validità del proprio stato di appartenenza.
  • Se già iscritto all’A.N.P.R. e in possesso di carta di identità italiana, questa è sufficiente alla identificazione.

Il cittadino extracomunitario:

A seguito di prima iscrizione in A.N.P.R., deve presentarsi allo sportello con:

  • Passaporto in corso di validità;
  • Permesso di soggiorno in corso di validità oppure la ricevuta di richiesta di rinnovo di quest’ultimo.

Se già iscritto all’A.N.P.R.:

  • Carta di identità italiana, se in possesso, oppure il passaporto in corso di validità;
  • Permesso di soggiorno in corso di validità oppure la ricevuta di richiesta di rinnovo di quest’ultimo.


Donazione di organi e tessuti

Quando si richiede la C.I.E., il cittadino maggiorenne, italiano e straniero, può esprimere la propria volontà a donare organi e tessuti attraverso una dichiarazione che sarà registrata dall’ufficiale di anagrafe e inviata al Sistema Informativo Trapianti (S.I.T.). La manifestazione del consenso o del diniego alla donazione costituisce una facoltà e non un obbligo.

Il cittadino può modificare in qualsiasi momento la propria volontà tramite le aziende ospedaliere, le Asl, gli ambulatori dei medici di base, i Centri regionali per i trapianti o presso il Comune.

 

Requisiti

Residenza nel Comune di Ancona.

Normativa di riferimento

Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773
Regio Decreto 6 maggio 1940, n. 635
D.P.R. 30 dicembre 1965 n. 1656
Legge del 21 novembre 1967, n. 1185
D.P.R. 6 agosto 1974, n. 649
D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445
Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112 – art.31
Legge 06 agosto 2008, n. 133
Decreto Legge 13 maggio 2011, n. 70
Decreto Legge 24 gennaio 2012, n. 1
Decreto Legge 9 febbraio 2012, n. 5 – art. 7
Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82
Decreto Legge 19 giugno 2015, n. 78
Decreto 25 maggio 2016
Circolare Ministero dell’Interno n. 17 del 02/04/2007
Circolare Ministero dell’Interno n. 8 del 26/06/2008
Circolare Ministero dell’Interno n. 12  del 27/10/2008
Circolare Ministero dell’Interno n. 1 del 27/01/2012
Circolare Ministero dell’Interno n. 4 del 2017

Contatti

Sede: Via Piave, n. 10
Responsabile: Romagnoli Camilla
Dirigente: Dott. Foglia Giorgio

Informazioni: 071 222 4001
Prenotazione appuntamenti: 071 222 2283
Pec: servizidemografici@pec.comuneancona.it
E-mail: info@comune.ancona.it


Allegati

Modulo di assenso minori – CIE

Norme fototessera ICAO 9303-1

Ultimo aggiornamento

29 Settembre 2022, 11:40

Pubblicazione

5 Gennaio 2021, 09:16