CORTO DORICO FILM FEST 2022

Argomenti

CORTO DORICO FILM FEST 2022

Presentata la XIX edizione di Corto Dorico Film Fest, il festival cinematografico di Ancona, uno dei più autorevoli e popolari d’Italia per quanto concerne i cortometraggi, diretto dal regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì e dallo sceneggiatore Luca Caprara che prenderà il via sabato 3 dicembre fino a domenica 11 alla Mole Vanvitelliana di Ancona.

Annunciati i 60 appuntamenti tra incontri in presenza e online (sulla pagina Facebook di Corto Dorico e sul canale Youtube di ArgoWebTv), masterclass, workshop per ragazzi, musica del vivo, e proiezioni di cortometraggi (nazionali e internazionali), documentari e lungometraggi.

CONCORSI – Come ogni anno verranno decretati i vincitori del Concorso Nazionale e del Concorso Internazionale Short on rights / A Corto di diritti in collaborazione con Amnesty International Italia. Quest’anno sono state iscritte oltre 600 opere di cui 38 selezionate per le semifinali (Corto Slam e A Corto di Diritti Slam) e finalissime.

IL TEMA – Titolo di quest’anno sarà “Lanterna magica”, riponendo l’accento proprio sul Cinema e sulle origini da cui partì tutto, mettendolo al centro della significativa ripartenza sociale dopo gli anni di pandemia.
 
OSPITI – Come gli scorsi anni, tanti saranno gli ospiti protagonisti di incontri e masterclass tra i quali Dario Argento che, in collegamento video, nell’evento “Che cos’è la paura?” inaugura il Festival dialogando con il filosofo Federico Leoni, in collaborazione con festival KUM! e Jonas Ancona (sabato 3 dicembre); in una delle sue rare apparizioni in presenza, ci sarà l’animatore, regista e illustratore italiano Simone Massi a cui verrà consegnato il Premio Speciale Cinema di Poesia (sabato 3 dicembre) e a cui verrà dedicata una retrospettiva (sabato 10 dicembre). In occasione della presentazione del suo corto realizzato per conto di Emergency, sarà ad Ancona Simonetta Gola, moglie di Gino Strada e responsabile della comunicazione e delle campagne di raccolta fondi nazionali di Emergency. A proposito di cinema d’animazione e illustrazione l’artista delle arti visive Mara Cerri presenterà il libro “L’amica geniale a fumetti” realizzato insieme a Chiara Lagani; protagonisti di incontri virtuali con i ragazzi delle scuole superiori di Ancona (in diretta sulla pagina Facebook di Corto Dorico e sul canale Youtube di ArgoWebTv) saranno, invece, i due attori e registi Ficarra & Picone (lunedì 5 alle ore 18.30) e l’attore Giacomo Ferrara (martedì 6 alle ore 18.30); il regista Ciro D’Emilio presenterà il suo “Per niente al mondo” come film di chiusura; il direttore della fotografia Michele D’Attanasio terrà una masterclass di fotografia cinematografica, (sabato 10 dicembre); e il produttore e autore Omar Rashid con un focus sul Cinema VR in collaborazione con Rai Cinema Channel. E poi, l’importante giuria quest’anno formata dal regista Claudio Cupellini (Una vita tranquilla, Alaska, La terra dei figli), dall’attrice Donatella Finocchiaro (Angela, Terraferma e La stranezza) e dal direttore della fotografia Michele D’Attanasio (Veloce Come il Vento, Freaks Out e L’ombra di Caravaggio).
Quest’anno, inoltre, Corto Dorico dedicherà, nella giornata di venerdì 9 dicembre, uno spazio particolare al tema delle fake news a cura di Vittorio Lattanzi e Augusto Rasori, mai attuale come oggi, inaugurando una collaborazione con il popolare sito Lercio.it, che vedrà anche la presentazione del libro Mock’n’troll. Mock journalism, troll, fake news e altri anglicismi a caso, da Benjamin Franklin ai giorni nostri al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana) a cui seguirà l’incontro Contrasto al Discorso d’Odio con Paolo Pignocchi (Resp. Coord. Europa Amnesty International Italia). Per concludere il TG dei Diritti, a cura di Lercio.it all’Auditoriom della Mole Vanvitelliana che aprirà la finale di Short on rights /A corto di diritti, Concorso internazionale cortometraggi.

COLLABORAZIONI CON FESTIVAL e RASSEGNE INTERNAZIONALI E NAZIONALI – Corto Dorico Film Fest prosegue le sue importanti collaborazioni internazionali e nazionali e dopo lo Zebra Poetry Film Festival di Berlino e il festival L’Alternativa di Barcellona, quest’anno il focus sarà su uno dei più importanti e prestigiosi festival europei dedicati al mondo dei corti: il Curtas Vila do Conde di Vila do Conde in Portogallo (giunto quest’anno alla sua 30a edizione). Nove i corti selezionati per il Festival presentati dal co-direttore artistico Luca Caprara e da Joao Araujo, delegato del festival portoghese. Inoltre, in occasione della nascita della Rete dei Festival Adriatici (che comprende Corto Dorico, Molisecinema, Sudestival e Sulmona International Film Festival), Corto Dorico Film Fest presenterà giovedì 8 dicembre alle ore 18.00 al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana) Adriatic Award – corti dall’Albania e dal Kosovo, uno speciale incontro con i direttori artistici dei quattro festival e una selezione dei migliori cortometraggi presentati negli ultimi anni al Tirana International Film Festival, alla presenza del direttore artistico del Tirana International Film Festival, Agron Domi. Al termine della proiezione sarà assegnato lo speciale Adriatic Award al miglior cortometraggio, scelto dalle direzioni artistiche dei festival della rete. A seguire: performance musicale del fisarmonicista albanese Bardh Jakova. Evento in collaborazione con il Festival Adriatico Mediterraneo.

Queste le parole di Daniele Ciprì e Luca Caprara in merito alla scelta del tema: «Una scatola, tutto nasce da lì, un anonimo contenitore da cui cominciano a uscire come per magia delle immagini – spiegano i direttori artistici -. Quelle immagini anno dopo anno sono diventate racconti, storie, immaginari, hanno saputo intercettare aneliti e desideri, indagare le crisi, riconoscere gli slanci, proporre ipotesi e mondi alternativi. Quelle immagini hanno fatto parte di noi e le abbiamo cercate in un rito collettivo e condiviso davanti a un grande schermo, dalle improvvisate sale del cinema dei pionieri fino alle sale ipertecnologiche dei nostri giorni. A che punto sta ora quel rito? Quanto è stato capace di rigenerarsi e innovarsi? Qual è ancora la sua forza? Corto Dorico in questa sua XIX edizione tenterà di indagarlo e raccontarlo, ripartendo proprio da lì, dalla lanterna magica, quella scatola, da cui tutto ha avuto inizio e da cui tutto per ora e per fortuna continua a non avere fine».

«Guardiamo insieme il numero romano di questa edizione del festival: XIX – ha detto Valerio Cuccaroni, Presidente di Nie Wiem -.  La ragione ci dice che è l’edizione decimo (X) nona (IX). Ora guardiamolo di nuovo, fantasticando. E forse ci appariranno due occhi X X con un naso I in mezzo: XIX. È una pareidolia, questa, frutto di quel processo psichico che ci fa vedere facce nei tronchi degli alberi e nelle nuvole elefanti che volano. Il cinema è l’arte della pareidolia per eccellenza: la ragione ci dice che un film è una sequenza di fotogrammi, quindi di immagini statiche, ma noi continuiamo a illuderci che quelle foto siano kinema, kinematos, in movimento. Dai tempi della lanterna magica l’immagine in movimento può intrattenere ma può anche far riflettere e spingere all’impegno attivo. Corto Dorico, da giovane diciannovenne, ama fare entrambe le cose. E a quanto pare, considerando tutte le realtà coinvolte (istituzioni, privati, associazioni, singole persone di tutte le età), è in ottima compagnia».

FINALI E SEMIFINALI – Nella serata finale di sabato 10 dicembre, come da tradizione, si decreteranno i vincitori della XIX edizione del Corto Dorico Film Fest. 

Sarà proprio in occasione della finale che la giuria si riunirà in presenza nell’incontro alle ore 18.00 assieme ai co-direttori artistici Daniele Ciprì e Luca Caprara, al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana).
Sono in tutto 38 i corti scelti per le quattro sezioni principali. Concorso Nazionale: Corto Slam (due semifinali in cui il più votato dal pubblico durante ogni semifinale entrerà a far parte della finalissima) e Finalissima. Concorso Internazionale in collaborazione con Amnesty International: Short on rights /A Corto di diritti Slam (semifinale) e Short on Rights /A Corto di diritti (finale).

Concorso Nazionale – Sono 8 i corti selezionati per la Finalissima del Concorso Nazionale (sabato 10 ore 21.15 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana): When you wish upon a star di Domenico Madafferi; Tria – del sentimento del tradire di Giulia Grandinetti; Old tricks di Edoardo Pasquini e Viktor Ivanov; Le variabili dipendenti di Lorenzo Tardella; Camerieri di Adriano Giotti; So What did we learn today, Georgina? di Franco Volpi; Il Barbiere complottista di Valerio Ferrara; Away from home di Brunella De Cola, più i vincitori delle due semifinali di Corto Slam.

Mentre sono 12 per il concorso Corto Slam che per la prima volta da quest’anno avrà due semifinali a cui si potrà assistere sabato 3 e domenica 4 dicembre alle ore 21.15 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana.

Concorso Internazionale – Il Premio Internazionale Amnesty International “Short on Rights”/“A Corto di Diritti” (venerdì 9 dicembre alle 21.15 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana) è dedicato ai cortometraggi internazionali che trattano temi legati ai diritti umani. Per la Finale se ne potranno vedere 6; saranno sempre 6 quelli scelti per la semifinale (martedì 6, ore 21.15, all’Auditorium della Mole Vanvitelliana) tra questi corti selezionati, il più votato dal pubblico entrerà a far parte della serata finale del concorso internazionale “Short on rights”/ “A Corto di diritti”.

Concorso “Salto in Lungo” (Lungometraggi – Opere Prime) – Anche i lungometraggi, sempre dedicati alle opere prime italiane, hanno, come ogni anno, il proprio concorso. Tra i film in programma ci sono: Amanda di Carolina Cavalli; La timidezza delle chiome di Valentina Bertani; Margini di Niccolò Falsetti; Settembre di Giulia Steigerwalt; Piano Piano di Nicola Prosatore; Una femmina di Francesco Costabile. I selezionatori sono: Geremia Biagiotti (sales agent), Dario Bonazelli (distributore), Carolina Iacucci (critico cinematografico e drammaturgo), Chiara Malerba (esercente), Gianluca Pelleschi (critico cinematografico). Come ogni anno ad una giuria di circa 80 studenti delle scuole superiori di Ancona, coordinate da Elena Bagnulo, formate in collaborazione con CGS Dorico e Amnesty International, sarà affidato il compito di scegliere il film lungometraggio vincitore del Premio Giovani “Salto in Lungo” – Cantiere Cinema. Salto in Lungo è in collaborazione con UCCA e CGS. Inoltre quest’anno verrà assegnato anche il Premio della critica SNCCI.

IL PITCHING – Il Pitching è il momento in cui gli autori/registi con i propri progetti incontrano il mercato, ovvero i produttori cinematografici e televisivi. Corto Dorico conferma e implementa il progetto Shorts for My Future (venerdì 9 e sabato 10 dicembre), realizzato in sinergia con l’Accademia del Cinema Renoir e Road to Pictures Film APS con il sostegno di Fondazione Marche Cultura e Marche Film Commission, ideato assieme al regista e sceneggiatore Ciro D’Emilio. Ci sarà poi, anche una masterclass sul pitching con lo sceneggiatore Marcello Olivieri (Falchi; Io, Leonardo) in cui perfezionare le tecniche per presentare la propria storia. Le produzioni coinvolte saranno Kimerafilm, Kino Produzioni, Lunga Film, Cinemaundici, Mosaicon, Sajama Films, Kavac Film, Indiana Production.

IL CINEMA VR – Corto Dorico Film Fest guarda al futuro diventando sempre più punto di riferimento per le novità e la sperimentazione in collaborazione con Rai Cinema Channel con il supporto dell’Università Politecnica delle Marche. Gli appuntamenti di “Dorico Virtuale” a cura del produttore e regista Omar Rashid saranno sabato 3 dicembre alle ore 17.00 al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana) con la presentazione La Tomba della Regina Picena di Sirolo-Numana in VR in collaborazione con Parco del Cardeto e UNIVPM e domenica 4 dicembre alle ore 19.00 sempre al Café Lumière con uno speciale evento VR in collaborazione con Rai Cinema Channel. Inoltre sarà allestita una speciale installazione espositiva, dal nome Lanterna Virtuale, che darà al pubblico la possibilità di fruire dell’esperienza del cortometraggio in VR L’Arrivo del Treno alla Stazione di Torrentieri di Omar Rashid.

I PREMI

OLTRE LE MURA – IL CINEMA IN CARCERE – Corto Dorico continua a varcare le mura dei luoghi di reclusione, con un progetto che al Festival sta molto a cuore e che coinvolgerà tutti e sei gli istituti penitenziari delle Marche con la proiezione in anteprima dei corti finalisti del Concorso Nazionale. Oltre le Mura è anche uno dei premi del Festival, il Premio Ristretti oltre le mura che i detenuti assegneranno con i loro voti al miglior cortometraggio. Con il patrocinio del Garante regionale dei diritti della Persona – Avv. Giancarlo Giulianelli. In collaborazione con l’”Università IULM” e per la supervisione artistica del regista e docente Giuseppe Carrieri, si è avviato un progetto di racconti documentari che ha visto e vedrà alcuni studenti dello IULM varcare i cancelli degli Istituti Penitenziari del territorio marchigiano. Durante il Festival si potrà vedere il primo di questi Firmamento a cura delle studentesse e degli studenti del II anno della Laurea Magistrale in Televisione, Cinema e New Media dell'”Università IULM” di Milano a cui si aggiungerà il Corto Vincitore Contest IULM sul tema della detenzione (lunedì 5 dicembre all’Auditorium della Mole Vanvitelliana).

CINEMA DI POESIA – Tra i premi speciali verrà assegnato il premio speciale Cinema di Poesia (sabato 3 dicembre) dato quest’anno all’illustratore e autore di film d’animazione Simone Massi tra i più celebrati e premiati registi d’animazione in ambito internazionale.

SEZIONI e ATTIVITA’

CINEMAÈREALE – La finestra sul cinema documentario italiano contemporaneo sarà presente anche in questa edizione.  Venerdì 9 alle ore 19.00 sempre all’Auditorium, in anteprima regionale e in collaborazione con Porretta Cinema, ci sarà la proiezione del film Porpora di Roberto Cannavò che racconta la leader del movimento trans Porpora Marcasciano. Sempre in anteprima regionale il regista Gianfranco Pannone e la montatrice Erika Mannoni presenteranno il suo ultimo documentario Via Argine 310 (giovedì 8 dicembre all’Auditorium della Mole Vanvitelliana) che segue, lungo dodici mesi la vicenda degli ex lavoratori Whirlpool di Napoli – Ponticelli

TERRITORI – Corto Dorico prosegue la sua esplorazione sul nuovo cinema del territorio e lo fa con una speciale selezione fuori concorso di 6 cortometraggi diretti nel 2022 da autori marchigiani e con alcuni appuntamenti dedicati al rapporto tra produzione, università, scuole di cinema, festival e territorio: domenica 4 dicembre alle ore 15.00 al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana) Formazione Cinema tra opportunità e necessità. Case History Alta Scuola di Serialità Cinetelevisiva, panel Cna Cinema e Audiovisivo Marche in collaborazione con Cna Cinema e Audiovisivo Lombardia; lunedì 5 dicembre alle ore 19.00 al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana) Officine Mattòli: un’Odissea di cinema: dalla provincia all’universo (e ritorno), proiezione del cortometraggio Monolite di Daniele Ciprì realizzato con allievi della scuola di cinema Officine Mattòli e la presentazione corsi biennio 2023/2024; alle ore 21.15 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana una selezione di cortometraggi realizzati nel territorio marchigiano alla presenza di autori e cast (The “Jack, I’m Flying” Thing di Davide Vassallo; Soundboys: at the River di Edoardo Pasquini; Gli Ultimi Saranno i Mimi di Matteo Berdini; L’Ultima Festa di Matteo Damiani; Terzo Tempo di Stefano Monti; Verso Casa di Giulia Casagrande); mercoledì 7 dicembre alle ore 18.00 al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana), l’incontro Cultura, festival e sostenibilità dei Territori, in collaborazione con UNIVPM – Università Politecnica delle Marche.

CINEBIMBI – Corto Dorico presenta domenica 4 dicembre alle ore 17.00 al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana) i cortometraggi realizzati, tra il 2017 e il 2022, insieme ai giovanissimi allievi della Scuola delle Arti per Bambini e Bambine e della Scuola di Cinema per Ragazzi e Ragazze. Inoltre ci saranno due workshop intitolati Motore, ciak, recit-AZIONE Workshop sulla recitazione cinematografica e sul casting uno dedicato ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni, giovedì 8 dalle 15 alle 17 al Café Lumière (Sala Boxe – Mole Vanvitelliana) e uno dedicato ai ragazzi dai 15 ai 18 anni (sabato 10 dicembre dalle 15 alle 17 presso l’Aula didattica), entrambi a cura di Lorenzo Bastianelli.

Il Festival Corto Dorico è co-organizzato dall’associazione Nie Wiem e dal Comune di Ancona con il contributo del MiC, Regione Marche, Università Politecnica delle Marche, Fondazione Marche Cultura, Marche Film Commission, Garante Regionale dei Diritti della Persona – Marche, con il sostegno di Amnesty International Italia, Associazione La Locura, Coop Alleanza 3.0, Poliarte – Accademia di Belle Arti e di Design, CGS, UCCA.

Nel corso degli anni Corto Dorico ha avuto l’onore di avere come ospiti e giurati nomi come Elio Germano, Gianni Amelio, Pupi Avati, Matteo Garrone, Ugo Gregoretti, Claudio Giovannesi, Giuseppe Lanci, Marco Spoletini, Cristiano Travaglioli, Matteo Rovere, Gabriele Mainetti, Matteo Cocco, Piera Detassis, Giacomo Ciarrapico, Matilde Barbagallo, Maurizio Nichetti, Ruggero Deodato, Marco Bechis, Gianfranco Pannone, Valentina Carnelutti, Alessandro Rossetto, Edoardo Winspeare, Alessandro Piva, Agostino Ferrente, Valeria Golino, Michele Riondino, Sydney Sibilia, Marco D’Amore, Daphne Scoccia, Marco e Antonio Manetti, Serena Rossi, Carlo Macchitella, Francesco Bruni, Vinicio Marchioni, Wilma Labate, Luciano Tovoli, Sara Serraiocco, Andrea Paris, Simona Paggi, Ezio Abbate.

Ultimo aggiornamento

29 Novembre 2022, 08:15

Pubblicazione

21 Novembre 2022, 11:19