Giornata intera

CARLO MARATTI. STRATEGIE COMUNICATIVE E PROMOZIONE DELLA PROPRIA OPERA

Pinacoteca Podesti

Da venerdì 20 gennaio a lunedì 10 aprile 2023 alla Pinacoteca Podesti, sarà possibile visitare la mostra "Carlo Maratti. Strategie comunicative e promozione della propria opera". DESCRIZIONE Carlo Maratti, marchigiano di nascita ma romano d’elezione e celebrato in vita come il massimo pittore del suo tempo, è una figura centrale della pittura italiana della seconda metà del Seicento. Dopo la tappa di Camerano, sua città d’origine, anche Ancona rende omaggio all’artista marchigiano in attesa dell’importante anniversario del 2025 che ne celebrerà i quattrocento anni dalla nascita. "Strategie comunicative e promozione della propria opera” è una mostra che spazia tra dipinti, disegni e stampe, per far conoscere al grande pubblico l’attività artistica di Maratti, l’opera dell’artista, il modo in cui seppe promuoversi e le importanti influenze che ebbe nella produzione artistica dei secoli successivi, riuscendo nel difficile compito di conciliare le due opposte tendenze artistiche del tempo: il classicismo mediato da Raffaello e la magniloquenza del barocco. L’esposizione composta da 29 opere autografe tra dipinti, disegni e stampe, intende proprio affrontare per la prima volta questo aspetto non marginale della sua attività, ovvero la capacità di rielaborare i medesimi motivi per soddisfare committenti diversi, riuscendo a dare nuova forma ai contenuti della tradizione iconografica, e diventando oggetto di repliche uscite dalla sua stessa bottega - in qualche modo da lui stesso autorizzate - ed incisioni che hanno favorito la diffusione delle sue immagini. Il percorso espositivo viene arricchito dalla presenza di un bellissimo disegno autografo proveniente da Osimo, preparatorio per la grande pala d’altare Madonna con Bambino e Santi conservata proprio alla Pinacoteca Civica di Ancona. INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI Il biglietto intero costa € 6,00, quello ridotto € 3,00 (minori 25, over 65, soci COOP Alleanza 3.0, gruppi min.15 persone). La mostra è gratuita per i disabili e accompagnatori, i minori di […]

LE PATAMACCHINE

Museo Omero

Da martedì 6 dicembre a domenica 12 marzo al Museo Tattile Statale Omero, sarà possibile visitare la mostra "Le Patamacchine". DESCRIZIONE Il Museo Tattile Statale Omero ospita la mostra "Le Patamacchine", ovvero un salvavita indispensabile alla sopravvivenza dell'immaginario. Si tratta di un allestimento interattivo, ideato e realizzato dall'Associazione La luna al guinzaglio di Potenza e dal Salone dei Rifiutati. La collezione di opere è ispirata alle macchine inutili dello scultore svizzero Jean Tinguely e ai principi della Patafisica di Jarry, ovvero alla "Scienza delle soluzioni immaginarie". Le Patamacchine, come "Il catalogatore di sogni", "Il pacificaphone" o "Il potenziatore di autostima", sono oggetti meccanici interamente costruiti con materiale di scarto o usato, in particolare con i Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Sono macchine alimentate dall'immaginario, sospese tra realtà e non sense, assurde, ironiche, in grado di divertire, incuriosire e creare spiazzamenti percettivi. Macchine con cui interagire, attraverso un apposito libretto di istruzioni. Ogni oggetto contiene potenzialità creative meritevoli di essere accolte e sviluppate, perché ogni cosa può essere riscoperta nelle sue mille possibilità. La mostra intende far riflettere il visitatore sull'importanza delle relazioni umane e del rispetto ambientale, opponendosi alla logica dell'usa e getta con la creatività e la fantasia. Il futuro del nostro ambiente dipende dal modo in cui lo viviamo e dalla dimensione ecologica che riusciremo ad esprimere. Lo staff del Museo Omero ti guiderà in mostra per mettere alla prova la tua immaginazione. INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI La mostra è visitabile dal 6 dicembre 2022 al 12 marzo 2023. L'orario della mostra è dal martedì al sabato dalle 16:00 alle 19:00, e le domeniche e festivi (26 dicembre, 6 gennaio) dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00. Per quanto riguarda il 1° gennaio l'orario è dalle 16:00 alle 19:00. La mostra è chiusa il 24, il 25 […]

CINEMUSE STAGIONE 2022/2023 – CINEOPERA

Ridotto del Teatro delle Muse

Giovedì 26 dicembre ore 19.30 al Ridotto del Teatro delle Muse, si terrà un nuovo appuntamento della stagione 2022/2023 di Cinemuse. CINEOPERA - TOSCA CAST Da Dutch National Opera, Amsterdam Musica di Giacomo Puccini Direttore Lorenzo Viotti Regia di Barrie Kosky Con Malin Byström, Joshua Guerrero e Gevorg Hakobyan DESCRIZIONE SPETTACOLO Tosca è un’opera avvincente, piena di caos e pericolo fin dalle battute iniziali. Con questo melodramma, scritto nel 1900 in modo provocatorio, audace e stile cinematografico, Puccini non si limitò a preannunciare il 20° secolo, ma lo prese d’assalto. Il regista Barrie Kosky è estremamente felice di dirigere Tosca, perché fu la prima opera di cui si innamorò profondamente da ragazzo. Sotto la sua direzione, i lati più oscuri dell’opera vengono alla ribalta. Tutt’altro che glamour chiese romane, velluti fruscianti o scintillanti collane di perle. Kosky si concentra esclusivamente sul dramma psicologico. Lorenzo Viotti, appassionato di Puccini, offre una Tosca musicalmente “senza zucchero”, scrollandosi di dosso le tradizionali interpretazioni della partitura e accostandosi ad essa con una nuova prospettiva. DESCRIZIONE EVENTO La stagione 2022/2023 di Cinemuse è una serie di appuntamenti che andrà ad arricchire la Stagione Teatrale 2022/2023 di Marche Teatro ed è composta da 3 rassegne. La prima rassegna che parte è Cinedanza con tre pellicole: il 6 novembre La vita è una danza di Cédric Klapish che ha sbancato i botteghini di tutto il mondo, il 29 gennaio Why we fight? di Alain Platel e Mirjam Devriendt e il 19 marzo Third act di Mieke Struyve e Lotte Stoops. La rassegna Cineopera che vede proiettate Opere Liriche prodotte dai più prestigiosi teatri del mondo parte martedì 22 novembre con Lucia di Lammermoor da Wiener Staatsoper, martedì 13 dicembre sarà la volta di Salomè da Opéra National de Paris, giovedì 26 gennaio Tosca in diretta da Dutch National […]

GIORNATA DELLA MEMORIA 2023

Mole Vanvitelliana

Giovedì 26 gennaio dalle 17.30 alla "Sala Vanvitelli" della Mole Vanvitelliana, si terrà un nuovo appuntamento del programma eventi "Giornata della Memoria 2023". PROGRAMMA Ore 17.30 Presentazione libro "Fuga per la libertà" di Marco Severini Aurora Ferraro dialoga con l'Autore DESCRIZIONE In occasione della Giornata della Memoria, si terranno degli eventi organizzati da ANPI Marche assieme alla Comunità ebraica e ad un'ampia serie di associazioni, con il patrocinio del Comune di Ancona. E' molto denso quest'anno il programma della Giornata della Memoria organizzato da ANPI Marche con i patrocini del Comune di Ancona e UNIVPM insieme alla partecipazione della Comunità Ebraica, dell'ANED, dell'ANMIG, della Casa della Memoria di Servigliano, di Amnesty Int, dell'AMI, Libera, CGIL, CISL, UIL, ACU Gulliver, Istituto Gramsci e Amici della Musica. Ci saranno anche due mostre. Al centro sociale del Comune di Ancona, si terrà le seguenti mostre: "Foto e disegni dei bambini deportati a Terezin" e "La deportazione degli IMI: i disegni di Otello Giuliodori". Mentre alla "Sala Vanvitelli" della Mole Vanvitelliana si terranno le seguenti mostre: "Le leggi razziali", "Il Bombardamento di Ancona" e "Andrea Lorenzetti, Libero sempre". INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero. Tutte le mostre saranno visitabili dalle 9.00 alle 12.00 da martedì 17 a venerdì 20 gennaio e da lunedì 23 a giovedì 26 gennaio.